Hr cafè

Intervista a Clara Bocchio, Deputy Head of Custom Executive Education di ESCP Europe Torino Campus

Buongiorno Clara, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GHRSummit19. Avete già preso parte a una delle scorse edizioni?
Questa è la seconda edizione di #GHRSummit a cui ESCP Europe partecipa. Abbiamo confermato la nostra presenza perché questo evento ci offre l’opportunità di aumentare la nostra Brand Awareness tra gli HR, presentandogli i nostri servizi e offerta formativa. Sono numerose le aziende interessate alla formazione manageriale di alto livello, con un respiro internazionale, soprattutto in questo momento di passaggio verso quelle che vengono definite Human Resources 4.0. Chi gestisce le HR è consapevole dell’importanza dell’aggiornamento continuo e dello sviluppo di nuove competenze, tanto hard che soft, per affrontare la sfida della quarta rivoluzione industriale.

Quali sono secondo voi i trend e le tematiche su cui si sta evolvendo il settore HR in vista del traguardo decennale del 2020?
Già oggi gli HR si trovano a gestire una forza lavoro multigenerazionale che presenta delle differenze notevoli, sia in termini di necessità che di aspettative: dai Boomers alla Generazione X, dai Millennials alla Generazione Y (che si sta affacciando nel mondo del lavoro in questi anni). L’approccio dei Millennials costituisce una sorta di cortocircuito rispetto alle generazioni precedenti e gli HR non possono che ricalibrare il proprio lavoro su questa nuova realtà che ha comportato un cambiamento di valori e nelle relazioni. Chi è nato tra gli anni ‘80 e i primi anni ’90 è flessibile, orientato ai risultati e all’apprendimento continuo, ambisce a una rapida progressione di carriera e vuole avere un impatto sulla propria azienda e sulla società.
Nell’era digitale, dove tutto è in constante cambiamento ed emergono continuamente nuove skill, talvolta inedite, mentre altre diventano obsolete, la formazione continua, sia tecnica che manageriale, è fondamentale per rimanere al passo con i competitor.
Gli HR devono farsi responsabili di un orientamento allo sviluppo della persona e delle sue competenze, coinvolgendo le varie fasce di età, ma in modo quasi sartoriale, tarando la formazione sulle necessità tanto dell’azienda che dell’individuo.
La ESCP Europe è particolarmente recettiva a questa urgenza, offrendo dei corsi custom disegnati ad-hoc secondo le esigenze specifiche del cliente.

Il report “2019 Global Human Capital Trends” di Deloitte suggerisce che l’implementazione di intelligenza artificiale e robotica potrebbe ridisegnare il mondo delle risorse umane e creare nuove categorie di lavoro, tra cui lavori ibridi e “super lavori”, guidati dai dati e potenziati dalle macchine. Come si può lavorare su queste tendenze?
In un mondo dove le tecnologie e l’intelligenza artificiale stanno assumendo un ruolo sempre più dominante, è importante chiedersi dove l’uomo può portare valore, su cosa investire e quali competenze sviluppare. Questa tematica sta particolarmente a cuore all’ESCP Europe che ha aperto una reale discussione multidisciplinare sulle implicazioni dell’AI nel mondo del lavoro con la conferenza “Human Intelligence in the era of Artificial Intelligence” dove è emersa una riflessione trasversale sugli scenari futuri e sulle conseguenze che l’intelligenza artificiale avrà tanto sui modelli di business che sulle dinamiche sociali.
In futuro, con l’automazione di certe attività che un tempo ci avrebbero tenuto occupati, le abilità e competenze cognitive – dalla risoluzione di problemi complessi alla capacità di relazione, dal pensiero strategico alla creatività e all’intelligenza emotiva – diventeranno sempre più importanti per le persone.
In questo contesto le Business School giocheranno un ruolo chiave nella formazione della futura classe dirigente. Non si tratta solo di introdurre nuove conoscenze e riqualificare chi già ha un impiego perché siano in grado di accrescere e potenziare le proprie competenze per adattarsi meglio alle future sfide della società e del mercato occupazionale. È necessario avviare anche dibattiti attivi sull’impatto economico e sociale, oltre che aziendale, delle tecnologie. È una questione particolarmente complessa che impone un ripensamento dei modelli organizzativi.

Perché un visitatore del #GHRSummit19 dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Quali strumenti e/o quali strategie potete offrire ad un’azienda che si rivolga a voi in questo ambito?
Entrare in contatto con noi al GHRSummit è il primo step per approcciare ESCP Europe, il suo stile di formazione di carattere globale e il suo catalogo di offerta per le aziende.
Responsabili HR e Senior Executive possono incontrare la nostra business school e le altre presenti per selezionare l’offerta che riterranno più appropriata per la loro esigenza formativa, valutando insieme al nostro team presente all’evento quale sia l’opportunità più adatta.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 16 e 17 ottobre a Pacengo di Lazise (VR).

Interviste

Clara Bocchio, Program Manager & Client Leader Executive Education di ESCP Europe

4° Global Summit Human Resources

14 e 15 ottobre 2020

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi