Hr cafè

Intervista a Luca Soldi, Key Account Manager di In-recruiting (Gruppo Zucchetti)

Buongiorno Luca Soldi, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GHRSummit19. Avete già preso parte a una delle scorse edizioni?
Grazie a voi. E’ il terzo anni che In-recruiting partecipa al #GHRSummit.

Ci sono delle novità che presenterete al #GHRSummit19 o un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
Come forse saprete In-recruiting è da poco stata acquisita dal gruppo Zucchetti. Si tratta sicuramente di una novità importante perché ci apre un ventaglio di soluzioni non indifferenti; se da un lato stiamo lavorando all’integrazione della nostra soluzione nella suite HR di Zucchetti, dall’altro In-recruiting continua ad essere un prodotto verticale dedicato all’intero processo di ricerca e selezione, disponibile stand-alone o integrabile via API in modo snello e secondo le esigenze di ogni cliente.
L’altra novità decisamente rilevante è l’intelligenza artificiale. Nell’anno corrente abbiamo avviato un dipartimento dedicato allo sviluppo di soluzioni proprietarie di AI. Si tratta principalmente di funzionalità che sanciscono il passaggio di In-recruiting da ATS tradizionale ad ATS intelligente e che semplificano e velocizzano ancora di più il workflow di un HR Manager.

Siamo nel pieno di quelle che vengono definite Human Resources 4.0, una sfida umana e tecnologica che sta riservando enormi opportunità e grandi cambiamenti. Come state affrontando questa sfida e cosa consigliate ai vostri clienti, per fare un buon lavoro in questa direzione?
I grandi cambiamenti della digital transformation applicati al mondo HR sono in atto da molto tempo e il settore HR Tech in Italia è in forte crescita, tuttavia i processi manuali tradizionali continuano a essere presenti in molti dipartimenti di Risorse Umane. Come esperti di Talent Acquisition cerchiamo di stimolare i nostri clienti a osare di più nell’utilizzo delle nuove tecnologie, ma a farlo in modo strutturato e con una strategia di lungo periodo. Oggi bisogna essere consapevoli che il recruiting, al pari del marketing, ha un valore determinante per l’immagine di un’azienda e per il suo business. Curare l’employer branding è un valore da non trascurare, così come accaparrarsi i migliori talenti è un processo che può pesare in modo rilevante sul ROI aziendale.

Il report “2019 Global Human Capital Trends” di Deloitte suggerisce che l’implementazione di intelligenza artificiale e robotica potrebbe ridisegnare il mondo delle risorse umane e creare nuove categorie di lavoro, tra cui lavori ibridi e “super lavori”, guidati dai dati e potenziati dalle macchine. Come si può lavorare su queste tendenze?
Come ho accennato prima, In-recruiting sta sviluppando alcune prime soluzioni di intelligenza artificiale per il mondo HR. Quello che ho intuito, in questi mesi molto intensi, è che il lavoro delle persone rimane fondamentale e centrale, anche in presenza di algoritmi intelligenti. L’AI assume la funzione di valorizzare ancora di più alcune attività che contemplano doti quali la creatività e l’intuizione, prerogative degli esseri umani. Questo avviene perché l’innovazione di valore dell’intelligenza artificiale sta nello sgravare le persone da compiti ripetitivi e noiosi, consentendo loro di dedicarsi alla parte più importante del proprio lavoro. Nell’ambito del recruitment, per esempio, un tool intelligente dotato di un motore di ricerca semantica e che agevola lo screening dei CV, velocizza il lavoro del selezionatore e gli garantisce più tempo per scegliere il candidato migliore. Non so quindi se nasceranno nuove categorie di lavoro, di certo le attuali professioni subiranno dei notevoli cambiamenti, in meglio rispetto al passato.

Perché un visitatore del #GHRSummit19 dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Quali strumenti e/o quali strategie potete offrire ad un’azienda che si rivolga a voi in questo ambito?
In-recruiting si sta imponendo come una delle principali realtà europee HR Tech rivolta al segmento della ricerca e selezione del personale. Il nostro approccio al lavoro nasce dallo studio approfondito del settore, per offrire ai nostri clienti un’esperienza di prodotto più completa possibile. Con noi un’azienda può gestire l’intero ciclo di recruiting, valorizzare l’employer branding, gestire al meglio il contatto con il candidato in ogni fase della selezione, fruire delle più moderne tecnologie cloud-based sul mercato, avere a disposizione numerosi software di terze parti giù implementati all’interno di In-recruiting (Easyrecrue, Skype Interview, Intiway, solo per citarne alcuni).

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 16 e 17 ottobre a Pacengo di Lazise (VR).

Interviste

Luca Soldi, Account Manager di In-Recruiting

4° Global Summit Human Resources

14 e 15 ottobre 2020

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi