Interviste

Intervista a Marco Crasnich, Founder di emathe

Buongiorno Marco, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GHRSummit21. Cosa vi aspettate da questo evento? Con quale spirito vi apprestate a prendervi parte?
Per noi di emathe questo è il terzo anno consecutivo al GHRSummit. Nelle due edizioni precedenti abbiamo potuto affacciarci ad un bacino di imprese davvero interessante e ci auguriamo di ripetere l’esperienza positiva anche quest’anno. Partecipiamo con un rinnovato spirito di curiosità rivolto alle evoluzioni del mondo HR, confidenti di poter portare il nostro contributo circa il ruolo della formazione digitale nelle aziende di ogni settore.

L’estate 2021 sarà ricordata, oltre che per la Pandemia, per la difficoltà di reperire lavoratori stagionali in settori come quello turistico-ricettivo. Anche le altre industry tuttavia non brindano, perché a fronte di una sempre maggiore offerta in molti ambiti, la domanda sembra decisamente carente in competenze, skill e disponibilità. Come si esce da questo paradosso?
Non c’è una risposta univoca, ma mi sento di dire con forza che la formazione, ritagliata sulla base delle esigenze della singola persona, sia parte della soluzione. Diventa fondamentale saper individuare quelle skills, conoscenze ed abilità necessarie all’operatività quotidiana, incentivando percorsi di ingresso in azienda che prevedano un periodo di reale formazione ‘on-the-job’.
Grazie alle esperienze condivise con i nostri partner e clienti abbiamo potuto verificare come la formazione interna aziendale giochi un ruolo fondamentale nel facilitare l’ingresso di nuove figure, nell’affrontare casi di elevato turn-over, ma non solo. Innanzitutto è necessario introdurre i neo assunti in azienda attraverso un piano formativo di onboarding efficace: come misurare questa efficacia? Ad esempio, grazie interventi mirati di esercitazioni on-the-job alternati a momenti pianificati di coaching e mentoring in presenza, in affiancamento alle possibili soluzioni offerte dall’eLearning che, oltre ad abbattere costosi vincoli geografici, permettono di ridurre drasticamente il tempo necessario per l’apprendimento, grazie ad esperienze coinvolgenti ed interattive.
Riteniamo che una Academy digitale interna sia un elemento di grande innovazione utile anche per favorire un matching più accurato tra competenze richieste e offerta dei candidati. La possibilità, per esempio, di accedere a degli assessment preliminari, così come l’individuazione delle competenze da potenziare, sono tutti elementi che una piattaforma di questo tipo può rendere facilmente accessibili, sia per i candidati, sia per le aziende.

Perché un visitatore del #GHRSummit21 dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Quali strumenti e/o quali strategie potete offrire ad un’azienda che si rivolga a voi in questo ambito?
Perché ci metteremo in ascolto delle priorità dei nostri interlocutori, cercheremo di comprendere le loro esigenze al fine di proporre soluzioni in grado di colmare quei gap di conoscenze, competenze ed abilità che solo una attenta progettazione e modellazione didattica possono garantire.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al Global Summit.

Marco Crasnich di Emathe
6° Global Summit Human Resources
19 | 20 OTTOBRE 2022
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI