Interviste

Intervista a Paola Blundo, Direttore Corporate Welfare di Edenred Italia

Buongiorno Paola Blundo, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GHRSummit22. Avete già preso parte a una o più delle precedenti edizioni?

Si, è da diverso tempo che prendiamo parte a questo appuntamento. Per noi rappresenta un’occasione per rafforzare e instaurare relazioni, oltre ad essere un momento importante per approfondire i principali trend del benessere organizzativo in azienda e valorizzare il ruolo del Welfare Aziendale.

Cosa vi aspettate da questo evento? Con quale spirito vi apprestate a prendervi parte?

Per noi è importante diffondere la cultura del welfare aziendale in tutte le realtà aziendali, dalle più grandi alle più piccole, e far comprendere il ruolo rilevante che il welfare ha assunto negli ultimi anni, come supporto concreto per le famiglie e come strumento in grado di risollevare l’economia.

Siamo fiduciosi che questo evento sarà un’opportunità di condivisione, confronto e collaborazione per far accrescere la consapevolezza su questo tema.

Qual è quindi l’impatto del welfare aziendale sulla vita delle persone? 

Come evidenzia l’ultima edizione dell’Osservatorio Welfare di Edenred Italia, le soluzioni welfare, i benefit e le politiche smart sono sempre più una chiave per rispondere alle esigenze delle nuove generazioni di lavoratori.

Proprio nell’ultimo periodo, anche il governo ha riconosciuto l’importanza del welfare aziendale: il Decreto Aiuti Bis ha modificato la soglia di esenzione fiscale per i fringe benefit assegnati ai lavoratori dipendenti portandola a 600 euro per l’anno 2022, un intervento che mette a disposizione delle famiglie un contributo economico effettivo e concreto e che contribuisce ad aumentare il benessere dei lavoratori offrendo un utile supporto per affrontare le spese di tutti i giorni.

HR e gender equality: come dovrebbero le aziende affrontare questo tema e quali innovazioni e buone pratiche dovrebbero mettere in campo?

Edenred Italia è da sempre attenta al benessere delle persone e alla tutela dell’ambiente. Proprio nell’ultima edizione del Bilancio di Sostenibilità, Percorsi, viene descritta la politica di responsabilità sociale, ripercorrendo le linee strategiche aziendali. Valorizzare la diversità e promuovere un equilibrio di genere sono temi di grande importanza. Un ambiente inclusivo stimola, infatti, la creatività e l’innovazione, favorendo la nascita di nuove idee. Per questo siamo attivi per promuovere un’equa partecipazione femminile nel Top Management, nel Middle Management e in tutti i ruoli aziendali, basti pensare che l’obiettivo richiesto dal Gruppo, che punta al raggiungimento della quota del 40% di presenza femminile in azienda in posizioni apicali entro il 2030, è stato raggiunto in corso d’anno. Può essere utile, in fase di selezione, impegnarsi per garantire una short list mista di candidati.

Perché un visitatore del #GHRSummit22 dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Quali strumenti e/o quali strategie potete offrire ad un’azienda che si rivolga a voi in questo ambito?

Ogni giorno ascoltiamo i bisogni delle aziende e rispondiamo con una consulenza strategica, professionisti specializzati e strumenti innovativi. Grazie al welfare aziendale è infatti possibile mettere a disposizione delle persone strumenti in grado di migliorarne la vita, offrendo soluzioni che danno una risposta a bisogni in continua evoluzione. Lo sviluppo di piattaforme come la nostra permette di avere in un unico “luogo” l’intera gamma di soluzioni offerte. Un’ampia rete composta da centri medici, palestre, scuole, agenzie viaggio, teatri ma anche store, fisici e online, per ogni necessità e distribuiti su tutto il territorio nazionale. Il welfare aziendale, inoltre, ha effetti positivi anche per le aziende: contribuisce a ridurre il costo del lavoro, aumentando il benessere aziendale, la produttività e l’employer branding.

Paola Blundo di Edenred
6° Global Summit Human Resources
19 | 20 OTTOBRE 2022
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI